giovedì 8 novembre 2012

evoluzione dell'Essere Umano. Parte sesta

La brutta fine degli esseri non umani!
Ciao esploratori e miei compagni di viaggio!

La foto non deve essere un monito, ma alle volte rappresenta come ci sentiamo quando tutto il mondo sembra spremerci tutte le nostre energie fisiche e mentali. Noi, cari amici, siamo nati con altri talenti, scoviamoli dentro di noi e tiriamoli fuori. Mettiamoli a disposizione, sopratutto per quei somarelli, che, spegnendo la testa, si trascinano stancamente sperando solo nel "miracolo" o peggio ancora nella sopraffazione di un proprio simile! 

Il vero miracolo invece, avviene ogni mattina, quando ci svegliamo, apriamo gli occhi e vediamo quello che realmente accade. Quando vediamo la quiete dell'alba o per contrasto il caos del traffico mattutino e ne comprendiamo il senso. 
Non dico sia facile, per arrivare a vedere bisogna fare inizialmente un grande sforzo, ma poi da bravi homo sapiens, la cosa diventerà naturale, come pulirsi il culo con la carta igienica!
Puliamoci sto vituperato culo ma sopratutto sto benedetto cervello, se solo comprendessimo la fortuna che abbiamo nel poterlo utilizzare, dovremmo correre felici abbracciando tutti quelli che incontriamo! e dopo condividendone  il cammino, creare con loro qualcosa di unico all'altezza delle nostre capacità. Guardate la bellezza della vostra mano, come si muove, cosa vi permette di fare. Il divino che tanto cerchiamo, l'avremmo finalmente trovato, non nei racconti dei pastori di migliaia di anni fa ma solamente e semplicemente dentro di noi. 
Utopia? No evoluzione della specie! Se non facciamo così il risultato sarà l'estinzione del genere umano. E' solo questione di tempo e io non voglio che accada. Il mondo in cui viviamo è anche il mio, se diventerà per tutti il nostro, ci evolveremo e il futuro per i nostri figli sarà una splendida, entusiasmante e creativa avventura!